OGIVE IN TITANIO

 

 

ogiva jewelLe ogive XL, Jewel, Wire nascono in versione specialistica perché il titanio offre numerosi vantaggi in termini di impiego. In generale il vantaggio delle ogive è di lasciare una linea di mira molto più pulita rispetto agli archetti in cordura e soprattutto, in caso di fucili plurigomma ed utilizzando ogive a larghezza differenziata (tipo XL+WIRE), di evitare attriti tra i vari elastici che si troverebbero altrimenti a contatto o addirittura sovrapposti.

Nel caso poi si utilizzino sfere di ottone per le legature, la differenza di peso con la nuova serie Energy si riduce quasi allo zero, basti pensare che 2 "palline" con relativa legatura pesano circa 7/8gr a seconda della marca produttrice. Se confrontate la tabellina comparativa sottostante appare chiaro che tra un'ogiva in metallo con pallina ferma gomma in ottone e le nuove Energy fatte interamente in titanio la riduzione del peso è praticamente del 50%. Tutto il peso sottratto si trasforma in ENERGIA applicata sull'asta.

Meno peso significa anche minor rumore all’impatto delle gomme sulla testata, minor attrito e frizione sulla superficie di un’arma in legno, miglior assetto fine. I vantaggi sono ancora più sensibili nel caso di fucili plurigomma, basti notare come sostituendo le tre ogive con le Energy Sigalsub si hanno in totale solo 30 grammi, con un risparmio di peso di ben 27 grammi.

Tutte le Energy Sigalsub, vale a dire la XL, la Jewel, la Wire hanno in comune un pezzo: gli steli che forniscono l’articolazione compresa la pallina ferma elastico.

I cosiddetti ”gambi” di ogni ogiva e relativo rigonfiamento ad oliva terminale sono torniti dal pieno a CNC in lega di titanio grado 5, materiale con peso specifico 4,43 g/cm³, elevata resistenza alla trazione, ottimo modulo elastico, insensibilità alla corrosione salina. XL – Jewel. Le robustissime ogive XL e Jewel hanno in comune pure la forma dell’aggancio, una pattina ad angolo aperto con sede apposita per l’inserimento sulle fresature o pinnette delle tahitiane.

Per realizzare questo particolare meccanico ci si serve di un tondino in lega di titanio grado 2 (peso specifico 4,51 g/cm³) di sezione 4 mm che viene pressato sino a compattare il titanio. Successivamente è realizzata una seconda piegatura realizzata sulla parte piatta che alloggia i braccetti: una finitura meccanica che recupera l’inclinazione data dall'aggancio sulle tacche o sui perni e riporta in asse gli elastici.

La superficie stondata diminuisce il rischio di potenziali abrasioni in caso sfuggano di mano le gomme.

 OGIVA2  OGIVA3

Cosa differenzia le ogive Energy XL e Jewel è l’interasse dei fori:

l’ogiva XL misura circa 40 mm di apertura, versione ideale per gli arbalete a doppia o tripla gomma perché mantiene gli elastici perfettamente distanziati in maniera da non presentare attriti e quindi dispersione di energia in fase di sparo.

La Jewel ha un interasse dei fori ridotta a 32 mm. Nata in origine per equipaggiare le gomme montate sulle testate degli arbalete monoscocca della C4 si è constatato che era un ottimo compromesso anche per le misure dei vari fucili commerciali, soluzione per mantenere correttamente il parallelismo degli elastici.

La Wire

Indicata per gli arbalete monogomma l’ogiva Wire Energy si presenta con un archetto snodato terminale in speciale filo inox armonico (con carico di rottura pari a circa 1800 N/mm²) al posto della lamella rigida analizzata nelle ogive XL e Jewel. Per prevenire qualsiasi ipotesi di aggancio o interferenza della sagola solidale al codolo dell’asta si è ideato un archetto in filo inox risvoltato al contrario. Tale piegatura è inserita nella fresatura della testa del gambo in titanio ed è fermato con un ribattino trasversale in acciaio inox che consente la mobilità e l’articolazione del pezzo. Non essendoci punti d’appiglio tra stelo e archetto si previene la possibilità di pizzicare in qualsiasi modo il sagolino vincolato alla tahitiana. Le estremità dell’archetto in filo inox da 1.9 mm di sezione sono state lasciate appositamente più lunghe, e non troppo serrate come piego di inserimento: ciò consente di sostituire il particolare nel malaugurato caso si rompesse, intervento straordinario che può essere eseguito direttamente in mare senza l’impiego di attrezzi.

TEST E RECENSIONI DAL WEB

 

The idea for the creation of this product arises from the demand/advise of our friend Michele Rubbini, in order to obtain an wishbone perfectly “consistent” with Mr.Carbon. So we resolve to modify the wishbone XL, keeping features and sizes unchanged and leading the wheel base of holes up to 32mm. Like this we get a product perfect for C4 and the best balance between different size of many various commercial guns, in order to maintain slings parallelism. For production we started from a 4mm rod in AISI 316, which subsequently bent and shaped to create the hooking system. A following bending made on the arms, take back slings on line after the engage on notches or pins. In this case too the possibility of scratchs on the hands decreases because of leaving a round surface. Thanks to a particular process of realisation this product achieves a high resistance, almost indestructible . The narrow gauge makes it more and more specific for monosling guns to keep the slings equidistant, but maintaining size such as we can take the hands off after loading.

TEST AND REVIEWS FROM THE WEB

PRODUCTS

1Aportapesci.jpg1tris.jpgGHOST3.JPGMASCHERE.jpgaste.JPGelastici extreme.jpgelastici reactive.jpgfucili team.jpgmulinello edy.jpgmute.jpgogiva jewel.jpgpinne.JPGsgancio2.jpgstaffe.jpgtestate roller.jpg
FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinMixxRSS FeedPinterest